La violenza per l’uomo.

Che cos’è la violenza per l’uomo? In definitiva è un prodotto culturale. Facciamo un esempio. Un animale, poniamo un leone, dopo aver ucciso la sua preda, torna in pace con se stesso. La breve parentesi di discontinuità non genera problematiche morali o emotive: semmai puramente tecnico-fisiche.

L’uomo no. E non solo. L’uomo lascia nell’atto di violenza un suo marchio ben definito, una traccia ben chiara, in relazione al tempo, al luogo e alla circostanza in cui si è compiuto. Per questo motivo la violenza è un fatto culturale, non è connaturata all’uomo se non nel limite in cui potremmo uccidere per mangiare. Ma come sappiamo, questo non è il motivo principe per cui nel nostro pianeta si scatena la violenza.

Le persone fragili penso siano le più influenzate dall’ambiente in cui sono cresciute e corrotte da quello che la comunicazione riversa su di loro, specialmente se si valorizzano esempi negativi. Una buona parte di responsabilità, anche se non tutta, la dobbiamo alla televisione che in modo subliminale lancia messaggi che molti non sanno filtrare e assorbono (numeri del lotto, polverine miracolose ecc..) Direte: questo è vecchio e non capisce che i serial e fiction televisivi sono un parto della nuova comunicazione e servono ad insegnare bla bla bla… Psicologi, tuttologi, politici tutto bene, indici di ascolto ok, guadagni in pubblicità’ benissimo ecc. ecc ….
Avete provato ad accendere la televisione al pomeriggio? Fiction, nostrane ed estere (come se non bastassero le nostre) piene di sfigati che mandano avanti dialoghi inutili, e storie banali senza concludere molto (poco pericolose). La sera, accendi e trovi tutte le volte una pistola o una mitraglietta puntata dal video sulla poltrona dove siedi; polizia, squadre e carabinieri ormai a due cifre, marescialli che non esistono nella realtà, inseguimenti, botte , sangue a fiumi, scazzottate feroci, gente che trova il colpevole analizzando le ossa di venti anni prima o i tarzanini trovati in posti impensati (sono americani!) coltellate, urla e tutto sembra estremamente facile, facile anche uccidere. Ma è fiction, fa auditel, ma può trasformare menti predisposte in possibili vittime della comunicazione, probabili assassini.

7 Comments

  1. Non la guardo da diversi anni. Non l’ho più voluta,perchè mi rubava tempo prezioso e perchè la trovavo inutile. Forse ho sbagliato, perchè adesso in facoltà vedo che fanno dei corsi sulle tecniche della telecomunicazione che sembrano interessanti, davvero fanno ragionare, ma di certo non mi manca.Preferisco qualsiasi tipo di alternativa, anche il silenzio, che fa benissimo.🙂 E sulla violenza penso tu abbia ragione: può essere insegnata e può essere imparata come fosse cosa leggera, in fin dei conti non così cattiva. Ed è terribile questo non saper più distinguere.

    Like

  2. Un corso sulle teniche della comunicazione tv può essere utile ed interessante, per capire come se ne parla, quali sono le finalità (imbonire e vendere…) della tecnica eccetera. Non penso sia un errore non guardare la TV, io guardo poco e solo cose che veramente mi possono dire qualcosa…quindi non parliamo di grandi fratelli o giochi…
    La violenza in ambito umano é un fatto culturale.
    Un saluto. Sergio

    Like

  3. L’utilizzo che si fa del mezzo televisivo è atto a “deformare” la visione della realtà con la manipolazione dell’informazione e con programmi d’evasione di qualsiasi genere che hanno lo scopo di non farci pensare. Accade anche che gli spiriti più deboli in un qualche modo vengano condizionati a tal punto da confondere la vita con una fiction dove tutto è possibile. Dispiace dirlo ma purtroppo è così. Un saluto. Pietro.

    Like

  4. Siamo così abituati alla violenza che inventiamo sempre cose nuove per non potercene liberare… e pensare che basterebbe credere in un mondo migliore per capire che ci viviamo senza vederlo!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s