Il caso Deutsch Bank ed il marcio sistema finanziario.

412px-Deutsche-Bank-Frankfurt-am-MainIl caso Monte Paschi è vergognoso. Tuttavia non l’unico anche se, per motivi di interesse nazionale è sotto gli occhi di tutti ogni giorno. E’ il sistema ad essere basato sulla malversazione e la frode, il furto ed il ricatto. La banca della virtuosa Germania, la Deutsche Bank, ha un buco forse superiore ai 10 miliardi di euro. Si parla apertamente della necessità di una ristrutturazione, cioè del licenziamento di migliaia di impiegati. A dicembre dell’anno scorso, quindi meno di 2 mesi fa, circa 500 agenti perquisiscono gli uffici centrali di Francoforte e alcune sedi periferiche. La giustizia tedesca cerca di fare luce sulle operazioni di derivati ed altre di cosiddetta finanza creativa. Ricordiamo che la banca ha già patteggiato negli USA grosse somme per accuse legate a frodi fiscali ed attività speculative. Dalla Financial Services Authority a Banca d’Italia, la Deutsche Bank è un osservata speciale.

Mesi fa venimmo a sapere della Barclays e di altre banche coinvolte nella manipolazione del Libor, un tasso a cui sono legati i mutui di milioni di cittadini. Poi, fummo informati della vicenda della banca HSBC che poche settimane fa ha pagato circa due miliardi di dollari per chiudere una sospetta vicenda di riciclaggio dei proventi dei cartelli della droga messicani. In un sistema fuori da ogni onestà e sanità mentale, dove si compravendono beni e servizi inesistenti è lapalissiano che prevalgano logiche illegali e fraudolente.

Fino a quando durerà la pazienza dei cittadini, esautorati da ogni possibilità di controllo dell’economia?

VISITA ANCHE FLACONS WEB SERVICE

1 Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s