“Libero” mercato e tasse.

291px-Free_Market_Defender,_Ronald_ReaganTra il 2000 e il 2009 la spesa pubblica di tutte le regioni italiane é aumentata del 75,1%. In quelle a statuto speciale dell’89%. L’analisi é della CGIA di Mestre che stima in termini assoluti le uscite complessive delle regioni nel 2009 pari a 209 miliardi. La graduatoria: Umbria, Emilia Romagna, Sicilia, Basilicata, Piemonte, Toscana, Puglia, Friuli Venezia Giulia…mentre le 3 regioni con incrementi più modesti (intorno al 40%) sono la Campania, il Veneto e la provincia di Trento. Le regioni a  statuto speciale presentano spese solo in parte coperte da entrate proprie. Significa che la specificità di alcuni territori é garantita dallo sforzo fiscale fatto dai contribuenti delle regioni a statuto ordinario.

La voce che ha subito l’incremento più sostenuto é stata quella dell’assistenza sociale (+185,8%), poi gli oneri non attribuibili (+112,6%), istruzione e formazione (+86,9%), sanità (+74,3%).

VISITA FLACONS WEB SERVICE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s