La politica nell’epoca di Internet.

Virtual_adgency_logoDi sicuro la Rete da informazione e possibilità maggiori di chiarificazione e posizionamento negli accadimenti mondiali. Il web mi sembra che dia, obiettivamente, qualche strumento in più per essere informati. Tuttavia, il web è già a pagamento e vi scorrazzano personaggi di ogni tipo; società di mercato ritagliate per acquisire clienti nel media, tenendo sempre e costantemente presente che il 10% degli operatori fornisce il 90% dei contenuti presenti online. Un dato che chiarisce definitivamente la non-neutralità del web. Ciò riguarda  pure i famosi oppositori o outsiders. Dal Manifesto del 27 marzo 2013:

La seconda osservazione riguarda il giro d’affari  dei banner pubblicitari ospitati dal sito e dall’account Facebook di Grillo-Casaleggio, il cui valore è legato al numero di pagine visitate dagli utenti (compresi i troll). Sia il Sole 24 Ore che alcuni esperti blogger hanno tentato di fare i conti in tasca alle imprese web del comico, avendo a disposizione cifre di riferimento assai vaghe e concludendo con vaghissima approssimazione che l’attività dei frequentatori dei due siti potrebbe rendere da 1 a 10 milioni in pubblicità.

Insomma, una delle chiavi di lettura della dimensione acquistata dalla politica di questi giorni, slegata da ogni idealità e ricompresa totalmente negli ambiti del mercato delle voci, del gossip e di chi più ne ha più ne metta, è questa. Vociare in cambio di soldi, questa sembra essere la mediazione dominante.

VISITA IL SITO DI FLACONS WEB SERVICE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s