Tendenze nel mercato dell’arte.

800px-Art_Gallery_(Ghalya's_Museum_of_Modern_Art)Permane, in tutti i mercati d’arte, una certa volatilità, più ancora accentuata in Asia che non in Occidente, dove la velocità a creare e bruciare valore è proverbiale. Dopotutto ad innescare meccanismi fortemente aleatori nei mercati asiatici è la cultura locale che valuta il denaro in una prospettiva a brevissimo termine. Nelle grandi piazze occidentali ci si orienta sui pezzi di grande qualità che spesso hanno grande valore monetario o comunque ce l’hanno in prospettiva.

La grande arte italiana, come già sapete, in gran parte viene trattata nei grandi centri mercantili fuori dagli italici confini. Siamo, infatti, poco capaci di valorizzare le nostre opere connettendole ad un vero e proprio mercato finanziario che inneschi un processo non solo accumulativo di capitali, ma al tempo stesso di lavoro artistico, di conoscenza, di turismo culturale, di condivisione di una crescita di ricchezza e di posti di lavoro collegati. Insomma; mancano gli agenti adeguati alla bisogna, ovvero i capitalisti che intendano investire.

JE_Art_GalleryLa suddetta tendenza all’acquisto di opere di gran pregio è la conseguenza del permanere di una fase di incertezza economica. Impadronirsi di assets di primaria importanza dovrebbe proteggere dalle spiacevoli bizze del mercato, speculazioni incluse. Se togliamo, tuttavia, questi assets di gran pregio, appannaggio di portafogli pesanti (collezionisti privati, società finanziarie, ecc.) tutti gli altri autori, anche di qualità, soffriranno la crisi che brucerà parte consistente dei valori finanziari cui le loro opere sono state acquistate. E’ chiaro, quindi, che il 90% del mercato, quello cioè fuori dagli assets di gran pregio, sarà oggetto di ondate speculative e svalutative anche feroci, i cui esiti saranno da valutare nel tempo. L’attacco speculativo sui prezzi arriverà piuttosto dall’Asia che non da altre aree geografiche, con l’intento di realizzare profitti immediati.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s