Il vecchio che avanza.

455px-Matteo_renzi_(giugno_2013)_04Renzi si è montato la testa. Lo avrete notato anche voi. Si crede uno statista. Non lo è e non riuscirà mai ad esserlo. Le sue qualità sono quello che sono.

In più devo dar ragione a coloro i quali hanno parlato della fine di Berlusconi ma della continuazione del berlusconismo. Infatti, esso è ben presente e gode di ottima salute. Anche quando ne è un clone. Ed è una jattura non solo per quel 50% di italiani che (statistiche alla mano) non hanno un cazzo dopo una vita di lavoro, ma anche per una classe dirigente per la quale affidarsi ad un appassionato di sedute spiritiche quale è il Nostro, è segno di preoccupante ed irreversibile declino.

Eh si, perché mettersi a parlare, e trattare, con i morti (politici) come fa Renzi è segno di necrofilia politologica. E questo sarebbe il nuovo.

Lo so, lo so… meno male che ci sono la BCE, il FMI, la Germania a far rigare dritto Renzi, altrimenti a chissà quali numeri da circo dovremmo assistere…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s