10 aprile 1993, viene assassinato Chris Hani.

Chris_HaniIl 10 aprile 1993 viene ucciso il segretario del Partito Comunista del Sud Africa. Viene assassinato Chris Hani, segretario del S.A.C.P. (Partito Comunista del Sud Africa), nonché, dopo Mandela, il politico nero più popolare in Sud Africa. Il colpevole è arrestato soltanto 10 minuti dopo il fatto: è un recente immigrato dalla Polonia che si chiama Jacub Waluz. Si tratta di un estremista di destra. Le prime dichiarazioni che fa esprimono il suo profondo odio non tanto verso i neri, ma verso i comunisti. Waluz infatti afferma di essere fuggito dalla Polonia perché governata dai rossi e di non voler fuggire anche dal Sud Africa per lo stesso motivo.

Insieme a Waluz viene arrestato Clive Derby-Lewis, un membro anziano del partito conservatore sudafricano che gli aveva prestato la pistola con cui uccise Hani. Inizialmente entrambi furono condannati a morte, pena poi commutata in carcere a vita, inconseguenza delle modifiche legislative incorse nell’ordinamento sudafricano.

All’età di 15 anni Hani aderisce alla Lega giovanile dell’ African National Congress . Come studente era attivo nelle proteste contro la legge sull’istruzione Bantu . Dopo la laurea , entra a far parte di Umkhonto we Sizwe (La lancia della nazione, MK ) , il braccio armato dell’ANC . In seguito al suo arresto durante il Suppression of Communism Act , andò in esilio in Lesotho nel 1963.

Ricevette addestramento militare in Unione Sovietica e servì nelle campagne del Rhodesian Bush War in quello che oggi è lo Zimbabwe . Si trattava di operazioni congiunte tra Umkhonto we Sizwe ( MK) e dell’Esercito Rivoluzionario del Popolo dello Zimbabwe nei tardi anni ’60. L’operazione The Luthuli Detachment consolidò la sua reputazione in quanto soldato coraggioso del primo esercito nero a scendere in campo contro l’apartheid . Il suo ruolo come un combattente di MK già dai primi giorni dell’esilio ( dopo l’arresto di Nelson Mandela e degli altri leader MK ) è stato importante per la futura lealtà di cui godette successivamente quando divenne comandante di MK . Nel 1969 ha produsse e firmò , con altri sei, il ‘ Hani Memorandum ‘ che era fortemente critico della leadership di Joe Modise .

In Lesotho ha organizzò operazioni di guerriglia del MK in Sud Africa . Nel 1982 ,  era diventato abbastanza evidente che egli era il bersaglio di diversi  tentativi di assassinio , e alla fine fu trasferito al quartier generale dell’ANC a Lusaka , Zambia . Come capo della Umkhonto we Sizwe , fu responsabile della repressione di un ammutinamento da parte dei membri anticomunisti e dissidenti dell’ANC , anche se negò sempre con forza qualsiasi ruolo riguardo gli abusi che ci furono.

Dopo aver trascorso del tempo come organizzatore clandestino in Sud Africa a metà degli anni ’70 , è definitivamente tornato in Sud Africa a seguito della fine del bando contro l’ANC nel 1990 e prese il posto di Joe Slovo , come capo del Partito comunista sudafricano dal 1991. Sostenne sempre la sospensione della lotta armata dell’ANC in favore di negoziati. Di lui ci rimane l’immensa eredità di uomo d’azione, combattente dalla parte dei poveri e degli oppressi, contro ogni forma di razzismo e per una società di liberi ed uguali.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s