Economia canaglia, “affari loschi” e dintorni.

800px-Day_228_-_West_Midlands_Police_-_A_Million_Pound_Seized_(7794237484)Premetto che le virgolette le ho messe proprio perchè certi termini spesso vengono caricati di valenze morali e il confine tra lecito ed illecito, losco o trasparente – proprio se lo si guarda dal punto di vista morale – è molte volte vago, non chiaramente definito. Dal punto di vista economico, invece, non c’è alcuna doppiezza: è un modo come un altro per generare profitti, per fare soldi. Affronterò questo discorso partendo da un caso classico. Poniamo il caso che il nostro problema sia quello di avere una attività che per le leggi di diversi paesi non sia legalmente riconosciuta, magari fondata sulla prostituzione, sulla droga, sul traffico di armi, o su quello di organi. Notate che tutte queste attività sono generatrici di forti profitti (contando innanzitutto sulle basse spese) e proprio in quanto fuori dai canali di controllo dello Stato, lo diventano ancora di più. Avendo nelle nostre mani una marea di denaro e non potendovelo “mangiare” tutto, dovremo pensare a che farci, a dove metterlo. E, soprattutto, a legalizzarlo per poterne disporre in maniera tranquilla ed immediata. Il primo passo che dovremmo fare sarebbe quello di avviare delle attività, dalle catene di negozi o fate voi, che permettano una facciata accettabile per poi muoverci liberamente nelle banche, ecc. Pagheremmo in contanti, ma qualche notaio – tenuto però al segreto professionale a meno che non venga direttamente a conoscenza di qualche fattaccio e voglio vedere chi si confessa dal notaio – con qualche scrupolo potrebbe insospettirsi. Ma tutto finirebbe lì, soprattutto se davanti a sé avesse delle persone incensurate. Tutto ciò che fattureremmo allora nei nostri negozi sarebbe a questo punto legale come in un’altra attività. Ma a noi non basterebbe fatturare 3 o 4mila euro al giorno per negozio (di questi tempi le cose non vanno bene nel commercio); avendo una marea di soldi da sistemare, dovremmo aumentare il fatturato e come faremmo senza un aumento delle vendite? Magari facendo girare queste merci attraverso i nostri negozi che avremo ben pensato prima di intestare a qualche buon prestanome dalle mani non troppo libere: documenti di trasporto e fatture anche tra di noi. E se non bastasse, emissione di documenti fiscali fittizi. A questo punto pagheremmo le tasse come qualsiasi altro imprenditore o società e avremmo legalizzato (pulito) i nostri capitali. E’ difficile dimostrare l’illegalità di certi comportamenti e la provenienza dei soldi, ci vuole necessariamenti qualcuno disposto a parlare. Nelle comunità straniere poi il tutto è praticamente impossibile. Intanto gli affari proseguono, le indagini – se ci sono – vengono dopo, molto dopo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s