Il numero di lavoratori americani disoccupati in età da lavoro è aumentato di 27 milioni di unità rispetto al 2000.

800px-FEMA_-_10817_-_Photograph_by_Mark_Wolfe_taken_on_09-13-2004_in_FloridaVia: Theeconomiccollapse.

Sapevate che ci sono quasi 102 milioni di americani in età lavorativa che non hanno un lavoro in questo momento ? E il 20 per cento di tutte le famiglie negli Stati Uniti non hanno un solo membro che  sia lavorativamente impiegato? Allora, come si può affermare che il tasso di disoccupazione sia ” sceso ” al ” 6,3 per cento ” ? Beh, tutto si riduce a come si definisce chi sia “disoccupato” . Ad esempio, il mese scorso il governo ha spostato un altro 988.000 americani nella categoria ” non nella forza lavoro “. Secondo il governo, in questo momento ci sono 9,75 milioni di americani che sono “disoccupati” e ci sono 92.020.000 di americani che sono ” non in forza lavoro ” per un totale di 101,77 milioni di americani in età lavorativa che non hanno un lavoro . Tornando al mese di aprile del 2000, solo 5,48 milioni di americani erano disoccupati e solo 69.270.000 di americani erano ” non in forza lavoro ” per un totale di 74,75 milioni di americani senza lavoro. Ciò significa che il numero di lavoratori americani in età da lavoro, ma senza lavoro, è aumentato di 27 milioni di unità dal 2000 . Da qualsiasi parte la si voglia leggere, questa è una brutta notizia.

[…] Allora, la percentuale di americani in età da lavoro che un lavoro ce l’hanno è in aumento o in diminuzione ?

La percentuale di americani in età lavorativa , con un lavoro, ha una tendenza a lungo termine verso il basso. Nell’anno 2000 , eravamo al 64,6 per cento . Con il tempo la grande crisi finanziaria del 2008 ha colpito , ed ha lasciato un dato intorno al 63 per cento . Durante l’ ultima recessione , siamo caduti drammaticamente a meno del 59 per cento e siamo rimasti sempre lì …

I grafici dimostrano che l’occupazione in America, il mese scorso, non è aumentata. Nel mese di marzo , il 58,9 per cento di tutti gli americani in età da lavoro aveva un lavoro. Stesso dato per aprile.

Le cose non stanno peggiorando (almeno per il momento) , ma le cose sicuramente non stanno andando meglio. Il mese in cui Barack Obama è entrato alla Casa Bianca , eravamo nel bel mezzo della peggiore crisi economica dai tempi della Grande Depressione e solo il 60,6 per cento di tutti gli americani in età lavorativa aveva un lavoro .

Dal momento che solo il 58,9 per cento degli americani in età lavorativa hanno un lavoro oggi , ciò significa che la situazione dell’occupazione in America è ancora significativamente peggiore di quanto non fosse il giorno in cui Barack Obama è entrato in carica .

Quindi non permettete a nessuno di ingannarvi con discorsi su una ” ripresa dell’occupazione ” . Semplicemente non sta accadendo. I numeri ufficiali sul tasso di disoccupazione così basso rispetto alla realtà economica, a questo punto, sono sostanzialmente privi di senso .

Guardate, come possiamo avere un ” tasso di disoccupazione ” di appena ” 6,3 per cento “, quando il 20 per cento di tutte le famiglie americane non hanno un solo loro membro che sta lavorando ?

Ecco come il 20 per cento è stato raggiunto …

Una famiglia , come definito dalla BLS , è un gruppo di due o più persone che vivono insieme e che sono legati per nascita , adozione o matrimonio . Nel 2013 , c’erano 80.445 mila famiglie negli Stati Uniti e in queste 16,127 milioni , o il 20 per cento , aveva un lavoro .

Quindi, se una su cinque famiglie è completamente disoccupata , allora perché il tasso di disoccupazione ufficiale del governo non è ai livelli dell’era della Grande Depressione ?

Potrebbe essere che il governo stia manipolando i numeri per farli sembrare migliori di quello che realmente sono ?

[…] Essi possono solo definire ogni americano che non sta lavorando come “non in forza lavoro ” e quindi possiamo avere la ” disoccupazione allo 0,0 per cento ” . […]

E non fatevi ingannare dai ” 288 mila posti di lavoro” che sono stati aggiunti all’economia degli Stati Uniti il mese scorso . Per i lavoratori di età inferiore ai 55 anni, il numero di posti di lavoro sono effettivamente scesi di un enorme 259.000 unità.

Se avessimo usato numeri onesti , il tasso ufficiale di disoccupazione sarebbe stato molto più spaventoso. John Williams di shadowstats.com ha calcolato che il tasso di disoccupazione dovrebbe essere di circa il 23 per cento . Non credo che sia troppo lontano dalla realtà.

Nel frattempo, la qualità dei posti di lavoro nella nostra economia continua a scendere . Il Comitato della Camera dice che sette su otto lavori che sono stati ” aggiunti ” per l’economia sotto Barack Obama sono stati lavori part-time . Ma non si può metter su famiglia o pianificare una carriera con un lavoro part -time . Per essere onesti , è molto difficile per una sola persona sopravvivere con uno stipendio part-time in questo contesto economico .

Come la qualità dei nostri lavori scende, così fanno i nostri redditi . Il reddito medio familiare è diminuito per cinque anni di fila , e la classe media sta cadendo a pezzi .

Senza i redditi della classe media, non si può avere una classe media . Considerando quello che abbiamo osservato accadere, non dovrebbe essere una sorpresa che il tasso di proprietà negli Stati Uniti sia sceso al livello più basso in 19 anni o che il numero di americani che riceve soldi dal governo ogni mese superi il numero di lavoratori full-time del settore privato di oltre 60 milioni di unità.

[…] Il Pew Research Center ha recentemente chiesto alle persone a quale “classe” pensano di appartenere. I risultati sono stati scioccanti .

Già nel 2008 , solo il 25 per cento di tutti gli americani ha riteneva di essere ” borghesia ” o ” poveri” .

All’inizio di quest’anno , un sorprendente 40 per cento di tutti gli americani ha scelto una di queste denominazioni .

Siamo nel bel mezzo di un declino economico a lungo termine , e nessun tipo di propaganda sta per cambiare la situazione.

Ma sulla base dei numeri inventati strombazzati dai media mainstream, la Federal Reserve sta lentamente portando il suo programma di QE al termine.

Quando il quantitative easing sarà finalmente finito, vedremo come i mercati finanziari e l’economia degli Stati Uniti svolgeranno, senza supporto artificiale, il loro compito. […]

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s