La genetica ci aiuta a capire il perché di una certa cultura e del suo futuro.

Conformismo,_acrílico_sobre_lienzo,_80_x_100_cmsPoniamo di abbandonare su di un’isola deserta un gruppo di persone con le stesse caratteristiche genetiche. Queste riprodurranno, generazione dopo generazione, quel tipo di caratteristiche. La mancanza di apporti esterni o varianti al codice, determinerà un aumento dell’incidenza di malattie genetiche che, alla fine, porteranno all’estinzione di quella comunità. L’omologazione genetica (e biologica) è, perciò, contro la vita.

Prendete ora una società o una comunità, nella quale vi sia una totale (o quasi) omologazione dei comportamenti sociali, che continuano – anche grazie ad una certa chiusura verso il mondo esterno – a venire riprodotti, con sistematico impegno. Vedremo, allora, l’estinguersi delle novità, delle culture originali, degli intellettuali e l’insorgere di malattie sociali, che si presentano come fenomeni culturali di massa, sempre più ingestibili.

Di quale società stiamo parlando e quale potrebbe, dunque, essere il futuro di questo tipo di società? A voi l’ardua sentenza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s