Una riflessione sull’arte e il romanticismo.

romanticismoNel romanticismo, sorto e sviluppatosi negli anni immediatamente successivi alla rivoluzone francese, qualcuno ha visto il compiersi del processo di dissoluzione della metafisica e di ogni forma di sapere fondativo e rispecchianate, individuando in ciò l’origine del nichilismo contemporaneo. Altri ancora hanno accolto il romanticismo per svolgerlo in senso religioso e chi dimostra come in esso non solo convergano due linee basilari della riflessione sull’arte (quella platonica e quella aristotelica), ma convergendo danno luogo alla consapevolezza che è l’arte a liberare quelle esperienze a se stesse, a dirne il senso, la verità.

Il romanticismo è il punto di non ritorno della modernità. È a partire da esso che la separazione tra il dominio dell’illusione dell’apparenza e quella della verità (proprio della scienza) cade difinitivamente. Ma proprio a partire dal romanticismo arte e verità tendono ad apparire originariamente solidali, tanto che l’arte si impone come pratica di liberazione della verità, affermandosi sia in ambito scientifico che religioso per la sua natura mitopoietica o artistica.

Quindi l’arte diventa il luogo e il tramite della verità, poiché la coglie al di quà della distinzione di vero e falso, al punto che quest’ultimo rivela la verità stessa. Sono molti i tratti che possono apparire, e sono apparsi, come specificatamente romantici. Per esempio, una volontà ribelle di eversione e di rovesciamento dei valori attraverso il romanticismo. Tuttavia, dopo un primo romanticismo libertario c’è un secondo romantiscismo incline alla restaurazione, quel ribellismo magari enfatico e di maniera, appartiene più allo Sturm und Drang che al romanticismo stesso. Così come l’interesse per la natura come un tutto organico e vivo tocca il suo culmine proprio in epoca romantica, anche se lo si incontra nell’antiromantico Goethe e nell’illuminista Rousseau.

Il romanticismo, infine, vede la riscoperta delle tradizioni popolari e nazionali, il gusto dell’esotico, il fascino dell’irrazionale e dell’occulto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s