Cronache Facebookiane.

Un sorriso da furbastro: Mark Zuckerberg
Un sorriso da furbastro: Mark Zuckerberg

Ci sono degli argomenti ricorrenti e piuttosto interessanti che descrivono molto bene l’impostazione culturale di una certa fetta della piattaforma Facebook. Anche da un punto di vista sociologico. Premesso che mio nonno non avrebbe mai fatto uso di una piattaforma web, di un diaframma di questo tipo, per entrare in contatto con amici o aspiranti tali, conoscenti, parenti e simili, dobbiamo comunque ammettere che ci siamo immersi, nonostante tutto, fino al collo.

Talvolta pure per lavoro. Sotto questo profilo abbiamo anche piattaforme interamente pensate per cellulare, Wechat e Whatsapp, che spessissimo fungono da scambio messaggi fra colleghi o tra clienti e fornitori di servizi. Questi sono i tempi e questi sono i propositi di una società che cerca nuovi sbocchi attraverso l’allargamento, spesso scriteriato, della propria base di conoscenze, in direzione dell’agognato soddisfacimento di un ampio spettro di esigenze che vanno dal sentirsi meno soli al vendere i propri prodotti a qualcuno.

Senonché, tornando a Facebook, mi interessava vedere quali sono le condivisioni o le pubblicazioni che vanno per la maggiore non solo tra i miei contatti, ma allargando il più possibile ad altre aree – tralasciando quelle che hanno a che fare con gli animali o i bambini, e questo campionario ne rappresenta un sintetico riassunto:

  • Trump, come potenziale presidente “meno peggio” degli USA
  • Renzi che non può, pena condivisioni che gridano allo scandalo, mandare i figli alla scuola privata internazionale
  • Putin presidente di fascisti e reazionari vari. Forse sarà perché qualcuno nota una certa somiglianza col “parlar chiaro” di Hitler, prima del secondo conflitto mondiale
  • Il canone Rai in bolletta
  • Post anticasta, molti dei quali più che giustificati. Manca però una chiara definizione di casta
  • Post contro i 5Stelle: lo yacht di Grillo!
  • Post antiislamici e contro gli immigrati
  • Femminicidi e violenza sulle donne
  • Antiamericanismo
  • Quelli che…”saluti agli invidiosi, ai falsi….” queste categorie di persone le conoscono solo loro…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s